Google, Pixel 6a, Pixel 6, Pixel 6 Pro, designIn un mondo ideale, i prodotti tecnologici costosi sarebbero tutti perfetti fin dall’inizio e non dovremmo mai segnalare alcun problema. Purtroppo, la realtà è ben diversa. Pixel 6 e Pixel 6 Pro di Google non sono estranei a questo concetto. Diversi proprietari hanno segnalato la comparsa di crepe sul display anteriore dei loro nuovi dispositivi e non sanno spiegarne il motivo.

Numerosi utenti sconcertati si sono rivolti a Reddit e al forum di supporto di Google per esprimere il loro disappunto. Alcuni rapporti risalgono a un paio di mesi fa. Il più costoso dei due, il Pixel 6 Pro, con il suo schermo in vetro curvo, pare sia spesso rovinato già al momento dell’acquisto, ma anche il normale Pixel 6 è colpito da questa problematica. Entrambi sono realizzati utilizzando Gorilla Glass Victus anteriormente e posteriormente. Si dice sia il vetro più resistente sul mercato. Ciò non ha impedito alle unità di sviluppare alcune crepe, solitamente sui lati o negli angoli. L’uso di una custodia o di una protezione per lo schermo non sembra rendere più o meno probabile che ciò accada.

Google Pixel 6 e Pixel 6 Pro: diverse segnalazioni sul display difettoso

Le crepe spontanee dello schermo non sono rare negli smartphone e di solito derivano da un piccolo difetto di fabbrica che provoca l’accumulo di pressione nel vetro del display che alla fine cede e si rompe. Anche drastici cambiamenti di temperatura possono essere una causa. È più probabile che ci sia stato semplicemente un lotto di Pixel con cui qualcosa è andato storto. Quindi non c’è motivo di preoccuparsi se possiedi un Pixel 6. Se il display del tuo smartphone è intatto, rimarrà tale.

Dalla lettura dei reclami dei clienti, non sembra che l’azienda abbia ancora riconosciuto questo difetto. La linea dell’azienda sembra essere che queste crepe del display dipendano dai proprietari e non saranno coperti dalla garanzia. “Gli schermi non si rompono da soli” è stata la risposta di Google riportata da un cliente. Secondo alcuni rapporti, Google sta indagando attivamente sul problema, quindi si spera che forniranno maggiore chiarezza ai proprietari ed eventuali sostituzioni potenzialmente gratuite laddove necessario. Con così tanti rapporti, sembra improbabile che la colpa sia solo dei consumatori.