Facebook, Meta, Oculus, Instagram, WhatsApp

Nei giorni scorsi, Mark Zuckerberg ha annunciato con orgoglio la nascita di Meta Platforms Inc. La nuova azienda rappresenta un rebranding completo di Facebook Inc. e permetterà di dedicare il giusto spazio a tutte le società controllate e ai progetti per definire il futuro della connettività mobile.

L’idea alla base del nome è legata alla volontà di rappresentare un “metaverso” composto da tutte le realtà precedentemente incluse in Facebook Inc. Con la nuova organizzazione aziendale si valorizzeranno i social network, la divisione VR e la Ricerca e Sviluppo come mai prima d’ora.

Tuttavia, a pochi giorni dall’ufficialità, Meta sta già riscontrando i primi problemi legali. Come emerso da un nuovo report di IGN, sembrerebbe che questo nome è già utilizzato da un’altra azienda sempre attiva nel ramo dell’informatica. L’azienda omonima si occupa di vendita di computer, laptop, tablet e software.

 

Facebook si è trasformata in Meta ma il nome è già utilizzato da un’altra azienda

Questa situazione causerà molti grattacapi agli avvocati di Mark Zuckerberg in quanto la Meta PC ha deciso di registrare il proprio nome e il proprio marchio. Il procedimento è stato depositato presso gli uffici competenti lo scorso agosto ma non è ancora concluso.

Questo significa che il marchio “Meta” non è ancora vincolato ma potrebbe esserlo presto. L’azienda che produce PC però ha confermato la volontà di risolvere la questione con un accordo direttamente con l’ex Facebook. Se la società di Mark Zuckerburg sarà disposta a pagare almeno 20 milioni di dollari potrà usare liberamente il marchio.

Non resta che attendere e capire in che modo evolverà la situazione. Certamente arriveranno maggiori dettagli nel corso delle prossime settimane.