covid-19-sopravvivenza-contagi-autunno-inverno-vaccini

Molti prevedono un ultimo colpo di coda della pandemia. La sopravvivenza si vedrà con i contagi da Covid-19 di autunno e inverno. Vaccinatevi è il monito di molti esperti della comunità medico-scientifica che si sono spesi contro il Coronavirus in questi due anni difficili. Tuttavia i Paesi europei non hanno raggiunto una copertura sufficientemente elevata. Infatti la popolazione vaccinata è pari al 61% di quella totale. Ecco i dettagli.

 

Covid-19: i vaccini faranno la differenza nell’ultima ondata prevista in autunno e inverno

I vaccini saranno determinanti per la sopravvivenza tra i contagi che saranno causati dall’ultima ondata di Covid-19 prevista in autunno e inverno. Fabrizio Pregliasco, noto virologo non proprio simpatico ai più, è stato molto chiaro in merito, ricordando quanto sia importante tenere alta la guardia e continuare con la campagna vaccinale:

La pandemia è un sasso nello stagno che non scompare improvvisamente ma gradualmente scema, e a fronte di questo dobbiamo essere ancora molto prudenti perché il lavoro in presenza si somma alle scuole aperte, alla ripresa di tutte le attività; in sostanza a un potenziale colpo di coda dell’epidemia“.

Bene la Lombardia che in merito a vaccini anti Covid-19 somministrati è ai primi posti tra le Regioni italiane. Si parla di un 80% di vaccinati. A sottolineare questo traguardo, dopo le sofferenze passate a causa della pandemia, essendo stata una delle Regioni più colpite, è stata la vice presidente Letizia Moratti:

Otto milioni i lombardi che hanno detto sì alla vaccinazione, ovvero l’80% di tutta la popolazione. Domani [01 ottobre 2021] si superano 15 milioni di dosi somministrate. Mancano 70mila nuove adesioni per raggiungere la vetta del 90% della popolazione vaccinabile“.

Il Centro europeo per la prevenzione e il controllo delle malattie (ECDC), in un suo comunicato, ha evidenziato che il rischio dell’aumento dei contagi da Covid-19 e morti è molto più alto nei Paesi europei che non hanno ancora raggiunto una buona copertura vaccinale.

È quindi chiaro il monito a vaccinarsi il prima possibile perché l’ultima ondata potrebbe essere fatale per i molti che, ad oggi, non si sono ancora vaccinati contro il Covid-19. Intanto in Italia si è dato l’ok ai vaccini per donne in gravidanza dal terzo mese.

FONTEECDC