blank

WhatsApp ha abilitato una funzione per velocizzare l’ascolto dei messaggi vocali. Negli ultimi giorni è diventato un must parlare di questa nuova feature, e il tam tam sui social non ha fatto altro che alimentare la curiosità nel provare questa assoluta novità nell’ambito dell’app di messaggistica (benché già da tempo presente su Telegram).

Sì è quindi registrata una vera e propria corsa all’update, salvo poi scoprire che per molti utenti questa funzionalità non era ancora stata aggiunta anche dopo l’aggiornamento. Perché? Ve lo spieghiamo in questo breve approfondimento.

 

WhatsApp, ecco perché non puoi ancora velocizzare i messaggi vocali

L’aggiornamento alla versione 2.21.9.15 è arrivato da diversi giorni sia sull’Apple Store che sul Google Play Store, eppure non tutti riescono ancora a velocizzare i messaggi vocali.

Sul web si trovano indicazioni circa un rollout un po’ più lento, e anche per gli utenti che non hanno ancora sbloccato questa funzione l’arrivo della funzionalità potrebbe coincidere con i prossimi aggiornamenti.

Esistono inoltre alcuni casi in cui gli audio non si possono riprodurre velocizzati. Ad esempio quando si tratta di audio inoltrati: nel momento in cui il mittente ha inviato un messaggio vocale inoltrato da un’altra chat, non sarà possibile per il ricevente aumentarne la velocità di riproduzione.

Lo stesso vale per file audio MP3, o per audio condivisi in chat da altre applicazioni: anche in questi casi non compare l’indicazione 1.0x, sopra cui si può fare tap per aumentare la velocità fino a 2.0x.

Si spera che WhatsApp possa estendere quest’utilissima funzionalità anche a queste tipologie di media attraverso un futuro aggiornamento ad hoc.