blank

Amazon incorporerà il servizio Prime Now all’interno della propria app. Il servizio dell’azienda con sede a Seattle, infatti, abbandonerà progressivamente i propri canali principali con conseguente chiusura dell’app dedicata entro fine 2021. Entrando a tutti gli effetti a far parte dell’universo Amazon.

Per chi non lo conoscesse, Prime Now è il servizio creato dal leader dell’e-commerce per permettere ai propri utenti di fare la spesa online dai supermercati Amazon, Unes e PAM Panorama. Gli ordini così effettuati vengono recapitati direttamente a casa del cliente, addirittura al piano, all’interno di fasce orarie di 2 ore a propria scelta.

Sono diverse le città italiane già coperte dal servizio, e nei prossimi mesi avverrà l’integrazione di Prime Now all’interno del sito e dell’app ufficiale Amazon. Pertanto i siti e le app di Prime, come da annuncio arrivato nella mattinata di ieri, saranno via via chiusi con il trasferimento di tutte le funzionalità sulla piattaforma madre.

 

Prime Now torna su Amazon: lo spin-off dell’azienda rientra nel sito principale

Il trasferimento del comparto Prime Now su Amazon è stato già avviato in Giappone, India e Singapore. In Italia non è ancora disponibile una data ufficiale, però alcuni supermercati si stanno già muovendo in questa direzione.

Come a Milano, dove l’U2 Supermercato è già stato aggiunto nell’app principale, in compagnia di Amazon Fresh. Amazon Italia prevede di andare avanti con il trasloco proseguendo con il supermercato Pam che rifornisce le città di Roma e Torino.

I clienti che risiedono nelle città coperte dal servizio Prime Now troveranno i partner nel menù principale del sito web Amazon, in alto, da dove avranno accesso al catalogo e potranno ordinare la propria spesa. Se uno dei prodotti d’interesse è disponibile anche con il servizio Amazon Fresh (il supermercato del fresco a marchio Amazon), comparirà un banner che permetterà all’utente di scegliere se riceverlo a casa entro due ore.

VIADDay