blank

Una nuova versione di WhatsApp sta circolando nelle chat degli utenti. Non solo si tratta di un’app non ufficiale, ma nasconde anche un malware capace di rubarvi dati sensibili e interagire coi vostri contatti.

Il web è pieno di siti che propongono versioni alternative di WhatsApp, considerando la sua scarsa possibilità di personalizzazione – che invece gli utenti non riscontrano in Telegram, e richiedono a gran voce.

Poter aggiornare l’icona dell’app a proprio piacimento, nonché il colore dell’interfaccia utente, è un desiderio comune a numerosi users: per questo truffe come quella che stiamo per presentarvi attecchiscono con molta facilità.

WhatsApp Pink: tenetevi alla larga dalla versione rosa dell’app

Nelle ultime settimane fra le chat degli utenti sta correndo un messaggio: “Scarica WhatsApp Pink!”, con l’invito a cliccare sul link nel corpo del messaggio e iniziare il download dell’app in rosa. La differenza? Un’interfaccia completamente ridisegnata in rosa, sia nella home dei messaggi sia nelle singole conversazioni, nonché naturalmente anche nell’icona dell’app.

A prima vista potrebbe entusiasmare chi, come ricordavamo prima, aspetta da tempo un aggiornamento dell’app con un colore differente. Ma state ben attenti: si tratta di una versione non ufficiale. E per giunta nasconde un malware che, non appena esprimerete il consenso al suo utilizzo e al trasferimento dei vostri dati su di essa, procederà a copiare i vostri dati sensibili, le liste contatti e i media che avete sul vostro smartphone.

Come liberarvene, qualora l’aveste già scaricata?

Ecco qualche consiglio offerto dall’esperto in cybersecurity Rajshekhar Rajaharia.

  1. Disinstallate l’applicazione.
  2. Se usare WhatsApp Web/Desktop, chiudete tutte le sessioni aperte.
  3. Cancellate la cache dei browser presenti sul vostro smartphone.
  4. Controllate dalle impostazioni del vostro smartphone i permessi alle varie app, e qualora qualcosa non vi tornasse, eliminate gli elementi sospetti.