Fisco

Importanti novità in arrivo sul fronte Fisco. Ancora una volta, in questa primavera, è stato varato dal Governo un provvedimento per il congelamento dell’invio delle cartelle esattoriali. Per tutto il mese di Maggio, quindi, i pagamenti arretrati dell’Agenzia delle Entrate saranno bloccati. A differenza delle precedenti occasioni, però, questa proroga potrebbe essere l’ultima.

Fisco, possibile lo sblocco delle tasse da inizio Giugno

Il termine fissato per il blocco dei pagamenti verso il Fisco è quello del 31 Maggio. I termini sono stati estesi solo leggermente rispetto alle precedenti proroghe che avevano previsto uno slittamento medio tra i due e i tre mesi. I termini precedenti per il blocco dei pagamenti erano infatti fissati al 30 Aprile.

Dalle indiscrezioni che emergono dallo stesso Ministero delle Finanze, lo sblocco dei pagamenti arretrati verso il Fisco potrebbe essere effettivo dal mese di Giugno.

E’ bene ricordare che da oltre un anno, ossia dall’inizio delle grave situazione pandemica, è stato varato il blocco dei pagamenti verso l’Agenzia delle Entrate. Tale misura è stata estesa sia ai privati che alle Partite IVA o professionisti.

Il totale di cartelle esattoriali, accumulate negli archivi del Fisco, ha raggiunto livelli mai così alti. In totale l’Agenzia delle Entrate si prepara ad inviare 50 milioni di cartelle esattoriali per un totale di 9 milioni di cittadini interessati.

Qualora fosse operativo lo sblocco dei pagamenti da Giugno, Poste Italiane garantirebbe al Fisco supporto logistico per l’invio delle cartelle esattoriali. La spedizione delle cartelle occuperà un arco di tempo molto ampio, presumibilmente dall’estate sino al mese di Dicembre.