truffe-bancarie

Nelle corso degli ultimi giorni, centinaia e centinaia di correntisti Italiani si sono ritrovati dinanzi a pericolose truffe digitali il cui obiettivo è quello di svuotare completamente i conti correnti. Stando a quanto riportato, Hacker e Cyber Criminali sembrerebbero utilizzare l’ormai conosciuta tecnica delle email Phishing, inoltrate sfruttando i nomi dei principali istituti bancari Italiani quali Unicredit, Intesa SanPaolo e BNL. Sebbene queste email presentino al loro interno molteplici errori ortografici ed irregolarità varie, purtroppo gli utenti che non sono a conoscenza di questa tecnica rischiano quotidianamente di essere colpiti.

Ma come funzionano quindi la mail Phishing? Attraverso l’inganno, i criminali del web cercano di carpire i dati di accesso dei correntisti Italiani alle piattaforme di home banking. Cosi facendo, dunque, questi ultimi riescono ad impossessarsi dei conti correnti delle vittime colpite cosi da poter svuotarli poco dopo. A tal proposito, scopriamo di seguito come difenderci

Truffe Bancarie: attenzione alle email Phishing

All’interno delle email fasulle inoltrate ai correntisti, è quindi presente un link che rimanda ad una pagina web del tutto simile alla pagina ufficiale della propria banca. L’unica vera differenza, però, risiede nel form utilizzato per accedere ai servizi online della propria banca. Inserendo le proprie credenziali, di fatto, queste ultime non vengono utilizzate per effettuare l’accesso ma, bensì, vengono inoltrate pochi attimi dopo ai truffatori. 

Nonostante il pericolo risulti essere estremamente elevato, in realtà evitare questo genere di truffa non è poi cosi difficile. Nel caso in cui si ricevano delle email dalla propria banca, il nostro consiglio è quello di controllare rigorosamente il mittente della mail. Nei casi di Phishing, infatti, quest’ultimo non coincide con la mail ufficiale della vostra banca.