congiuntiva

La congiuntiva è la mucosa trasparente che ricopre la superficie interna delle palpebre e la superficie anteriore del bulbo oculare. La principale funzione di questa mucosa è quella di proteggere esternamente il bulbo oculare, grazie al suo rivestimento. Oggi alcuni scienziati sono riusciti a riprodurre questa membrana in provetta attraverso un processo davvero straordinario.

A descrivere l’esperimento che ha permesso di riprodurre la congiuntiva dell’occhio umano in laboratorio è uno studio pubblicato sulla rivista Cell Reports. La ricerca in questione riporta la firma di un team di scienziati dell’Università di Osaka (Giappone). In particolare, i ricercatori giapponesi hanno individuato le proteine chiave per guidare la maturazione delle cellule in provetta. Così essi sono partiti da cellule staminali pluripotenti umani indotte (hiPSC) riprogrammandole geneticamente in modo che costituissero un agglomerato di cellule che mima lo sviluppo dell’intero occhio in provetta.

Gli scienziati, nello specifico, hanno concentrato la loro attenzione sulle cellule progenitrici della congiuntiva e hanno scoperto che a regolarne lo sviluppo è la proteina EGF. Invece, a regolare la maturazione di queste stesse cellule è la proteina KGF. Una volta ottenuta in provetta la loro congiuntiva, i ricercatori hanno dimostrato che questa potrebbe essere un ottimo modello sul quale eseguire esperimenti in laboratorio. Ciò perché questa congiuntiva funziona esattamente come quella vera dell’occhio umano. Infatti, la membrana riprodotta in laboratorio contiene una quantità sufficiente di cellule a calice che producono il muco che serve a lubrificare il tessuto.

La congiuntiva ottenuta in provetta è sicuramente una incredibile innovazione che apre le porte allo sviluppo di nuove terapie per alcuni disturbi oculari come, ad esempio, l’occhio secco.