Cyberpunk 2077, CD Projekt RED, CDPR, PC, PlayStation 5, Xbox Series X, Xbox One, PlayStation 4, FPS, next-gen, old-gen

Il debutto di Cyberpunk 2077 verrà ricordato negli annali come uno dei più controversi di sempre. Il titolo realizzato da CD Projekt RED è stato in sviluppo per oltre otto anni e dopo vari rinvii ha debuttato a dicembre 2020. Tuttavia, dopo l’uscita, i giocatori si sono resi immediatamente conto che c’era qualcosa che non andava.

Soprattutto su console old-gen (PlayStation 4 e Xbox One) il titolo non è perfettamente ottimizzato. Infatti Cyberpunk 2077 è nato originariamente come un gioco dedicato esclusivamente alle console next-gen e PC. In corso d’opera, gli sviluppatori hanno deciso di includere anche le altre console per non escludere nessun giocatore.

Dopo il lancio, i ragazzi di CD Projekt RED stanno cercando di risolvere i problemi. Le patch rilasciate puntano ad ottimizzare il gioco su console old-gen e molte altre arriveranno in seguito. Per PlayStation 5 e Xbox Series X e Series S i problemi sono meno marcati ma arriveranno aggiornamenti dedicati per migliorare la gestione grafica.

Su due console si può giocare a Cyberpunk 2077 senza problemi

Come emerge dai test effettuati dai ragazzi di Digital Foundry, per poter godere appieno di Cyberpunk 2077 al momento ci sono delle scelte da fare. Si tratta di Stadia e Xbox Series X che offrono delle prestazioni simili tra di loro e che sfruttano i punti di forza di ogni piattaforma.

Il vantaggio della console Google è certamente sulle prestazioni in quanto offre i 60FPS stabili ma con un dettaglio inferiore. La console Microsoft invece offre un livello qualitativo generale maggiore sacrificando invece il frame rate che invece si attesta sui 30FPS.

Ovviamente per giocare con Stadia è fondamentale possedere una connessione veloce e stabile. Per quanto riguarda Xbox Series X invece bisogna essere fortunati per riuscire ad acquistare questa console che al momento sembra introvabile.