Huawei, Australia, 5G, 6G

Attualmente, il 5G è considerato il futuro delle telecomunicazioni. Tuttavia, i principali produttori stanno già lavorando per sviluppare la nuova tecnologia dedicata a questo settore che prenderà il nome di 6G. Huawei è una di queste aziende che sta spingendo per poter effettuare i primi test sul campo e acquisire un know how importante.

Il brand cinese infatti sta cercando l’appoggio del governo Australiano per poter sviluppare il 6G. In particolare, Huawei vorrebbe collaborare con le aziende locali per un duplice motivo. Lavorando insieme alle aziende Australiane e con la piena approvazione del governo, Huawei spera di aggirare tutte le restrizioni attualmente in vigore.

Questo permetterebbe di sviluppare il nuovo network di comunicazione e diventare una delle prime a poter vantare un sistema 6G completo. Inoltre, Huawei spera che le autorizzazioni diventino retroattive, così da riuscire ad operare anche con il network 5G.

Huawei vuole collaborare con il Governo Australiano per il 6G

Secondo Jeremy Mitchell, Amministratore della divisione Australiana di Huawei, non è troppo tardi per realizzare la propria infrastruttura 5G nel Paese, anche se molto difficile. Questo obiettivo sarebbe importante per l’azienda ma non come stringere un accordo di lunga durata con il Governo.

Infatti, Huawei punta a realizzare sia le infrastrutture per il 6G ma anche potenzialmente quelle per il 7G. L’accordo tecnologico tra il brand e il governo Australiano mira ad essere una collaborazione vantaggiosa per entrambe le parti. Il passaggio alle nuove tecnologie permetterà di avere accesso alle migliori soluzioni in termini di sicurezza e velocità di connessione.