canone raiIl canone Rai è una delle tasse più discusse ed odiate degli ultimi anni, la maggior parte di di noi vorrebbe non essere costretta a pagarla, poiché ritenuta completamente inutile. Pochi sanno che teoricamente tutti potremmo richiedere l’esenzione dal pagamento, a patto che si rispettino determinati requisiti o limiti.

La tassa viene automaticamente applicata dallo stato nel momento in cui un utente attiva un contratto di fornitura elettrica, questo con la presunzione che dal momento in cui si richiede corrente, si disponga anche di un televisore. Il connubio tra i due fatti non è certo, di conseguenza dal sito dell’Agenzia delle Entrate possiamo scaricare il modulo di autocertificazione nel quale dichiariamo di non possedere un televisore, e di conseguenza richiediamo l’esenzione dal canone Rai.

La procedura è semplice ed alla portata di tutti, ma prestate attenzione, non cercate di fare i furbetti o di dichiarare il falso, perché se scoperti commettereste un reato penale e come tale potreste venire puniti con una pena detentiva, non solo una sanzione amministrativa.

 

Canone Rai: chi può richiedere l’esenzione, oltre ai suddetti

Gli altri utenti che possono accedere all’esenzione dal canone Rai sono ovviamente gli over 75, ma solo coloro che possiedono un reddito famigliare annuo che non supera gli 8000 euro, e per i quali nello Stato di Famiglia non è presente una o più persone che generano reddito (ovvero hanno uno stipendio personale).

Indipendentemente dalla categoria, per evitare il pagamento del canone Rai sarà necessario presentare la domanda entro il 31 gennaio 2021, in caso contrario si pagheranno i primi 6 mesi.