Insieme all’emittente sportiva Sky, l’operatore di telefonia Vodafone, vuole provare nella Merkur Spiel-Arena come il 5G può essere utilizzato per una trasmissione in diretta (18.30 nel live ticker FAZ per la seconda Bundesliga e su Sky). Il CEO Hannes Ametsreiter promette agli appassionati di calcio un’esperienza visiva completamente nuova: “Ci sono prospettive sugli schermi televisivi e sui telefoni cellulari che non erano mai esistite in televisione prima”, ha detto a FAZ.

Più flessibile e più libero

Le telecamere cablate vengono solitamente utilizzate nello stadio. Le immagini vengono inviate al veicolo di trasmissione esterno, da lì vengono inviate via satellite o fibra ottica nello studio e sugli schermi. Con il 5G cellulare in tempo reale dovrebbe diventare più facile e veloce. Se tutto funziona, le immagini delle telecamere wireless vengono inviate ad uno studio “virtuale” nel cloud e quindi al visualizzatore senza ulteriori deviazioni.

Ma non solo è un po ‘più vicino all’azione in termini di tempo, ma dovrebbe anche arrivare a vedere di più, promettono Vodafone e Sky. I cameramen nello stadio sarebbero più flessibili e potrebbero muoversi più liberamente. Inoltre è in fase di test l’utilizzo degli smartphone come fotocamere professionali. Con le telecamere wireless, ci sono modi completamente diversi di organizzare la partita e l’area circostante, afferma Charly Classen di Sky Deutschland.

Lo sguardo dietro le quinte diventa più facile, ancora più emozioni possono essere catturate. Inoltre, lo sforzo per le squadre televisive è ridotto. “Se le cose devono essere fatte rapidamente, non è più necessario utilizzare un OB van con tutta la tecnologia satellitare”, spiega Ametsreiter.

La concorrente Telefónica Deutschland (O2) sta lavorando a soluzioni simili, anche in collaborazione con Sky: per la trasmissione in diretta di una partita di pallamano tra Flensburg e Göppingen, l’emittente sportiva ha utilizzato dodici smartphone 5G oltre alle sue telecamere TV. O2 ha messo a punto la tecnologia per la fornitura 5G insieme al fornitore Nokia: in sette giorni, la Flens Arena è diventata una sala 5G.

La grande sfida è garantire larghezze di banda stabili e tempi di risposta bassi (latenze) per la trasmissione in tempo reale anche quando migliaia di persone sono di nuovo nello stadio utilizzando i loro telefoni cellulari. Per fare questo, Vodafone si affida al “network slicing”: parte della rete è “tagliata” e riservata alla trasmissione televisiva.