Apple, iPhone 13, iPhone 12, Samsung, Galaxy S21

Le ultime settimane del 2020 sono di grande fermento in casa Apple. Il produttore californiano infatti sta lavorando in parallelo su due fronti. Da un lato bisogna considerare il lancio appena effettuato della famiglia iPhone 12 e dei nuovissimi MacBook con processore Silicon M1.

Dall’altro invece, l’azienda della Mela sta già lavorando per realizzare la prossima generazione di entrambe le famiglie di dispositivi. Proprio ieri sono emerse le prime indiscrezioni su Apple che sta ultimando il nuovo SoC Silicon M1X che debutterà con i MacBook 2021.

Oggi invece arrivano nuove informazioni sulla possibile dotazione hardware di iPhone 13. Sembra che l’azienda di Cupertino monterà sui nuovi flagship una fotocamera periscopica con zoom ottico. Questa indiscrezione, in parte, andrebbe a coprire le critiche mosse da DxOMark proprio gli scarsi risultati fotografici ottenuti da iPhone 12 negli ingrandimenti.

Apple collaborerà con Samsung per creare il nuovo iPhone 13

Il sensore fotografico periscopico sarebbe certamente una gradita aggiunta su iPhone 13. Tuttavia Apple non sembra intenzionata a svilupparlo in casa ma si affiderà ad un fornitore esterno. Questo fornitore potrebbe essere addirittura Samsung che tornerebbe a collaborare con Cupertino.

In particolare, Apple potrebbe essere intenzionata ad acquistare la tecnologia di Samsung utilizzata su Galaxy S20. Si tratta dello zoom da 100x che permette un ingrandimento eccezionale senza perdita di dettagli.

Al momento non è chiaro se i prossimi iPhone 13 potranno contare su quattro ottiche invece delle tre attuali o se il sensore periscopico prenderà il posto di un’altra fotocamera. In ogni caso, sembra ormai certo che Apple vuole affiancarsi a tutti i principali produttori come Samsung, Huawei, Oppo e tanti altri che possono vantare più fotocamere con specifiche funzioni.