Postepay: pericolo imminente con il nuovo tentativo di phishing

La Postepay è soggetta alle truffe così come lo sono tutte le altre carte dei gruppi bancari italiani e stranieri. Non si tratta dunque di una maggiore propensione a tale tipo di problematiche, ma semplicemente di una convinzione sbagliata da parte degli utenti. Nell’ultimo periodo anche i malfattori hanno capito che bisogna insistere proprio sulla Postepay, la quale spesso e volentieri si ritrova al centro di messaggi phishing molto convincenti.

Il compito di questi ultimi è quello di far credere alle persone di dover reinserire per forza di cose i propri dati d’accesso. Sarà questo il via libera ufficiale per procedere allo svuotamento del conto. 

 

Postepay: il nuovo messaggio metti in pericolo gli utenti e il loro conto

Gentile utente,

Ti comunichiamo la modifica delle Condizioni Generali del Servizio di Identità Digitale “PosteID abilitato a SPID” nella nuova versione del sito posteid.poste.it.

Cosa cambia per te?

  • Il servizio base, cosi come descritto nelle Condizioni Generali del Servizio, è gratuito per le persone fisiche. Non ci sono modifiche per quanto riguarda le funzionalità e l’utilizzo dell’Identità Digitale.
  • Eventuali future modifiche alle Condizione Generali del Servizio saranno rese note ai Titolari, con congruo anticipo, tramite apposita informativa sul Sito o in Bacheca o con ulteriori canali o modalità che Poste ritenesse di adottare.

RICORDA CHE,

Non puoi più utilizzare la tua carta Postepay se non accetterai le modifiche contrattuali. Inoltre abbiamo bisogno della tua collaborazione, dovrai aggiornare le informazioni del tuo profilo online entro 48 dalla ricezione di questa comunicazione.

PROCEDI CON L’AGGIORNAMENTO

NOTA: Come previsto dall’art. 12 delle condizioni generali del Servizio, puoi recedere dal contratto entro 7 giorni dal ricevimento della presente comunicazione.

Ti ringraziamo per aver scelto i servizi di Poste Italiane

Cordiali saluti,

Servizio Assistenza di Poste Italiane 2020