huawei

Sono davvero pochi i giorni che ci dividono dalla presentazione di Huawei Mate 40 Pro e, come spesso succede, sono uscite le specifiche quasi complete del nuovo flagship. Questo potrebbe anche essere l’ultimo di Huawei, essendo che ci sono difficoltà crescenti di approvvigionamento dovute all’embargo commerciale degli USA.

 

Huawei: tutte le caratteristiche tecniche del nuovo Mate 40 Pro

A meno di improbabili soprese, Huawei Mate 40 Pro avrà uno schermo OLED da 6.76 pollici con una risoluzione di 2772 x 1344 pixel, con una densità pari a 456 ppi. Mancano ancora dettagli riguardanti la velocità di refresh, la quale potrebbe essere superiore ai soliti 60 Hz. Il pannello del flagship dovrebbe essere ancora una volta di tipo waterfall, molto curva ai lati così da far sembrare che spariscano i bordi laterali. Sotto lo schermo ci dovrebbe essere un lettore di impronte, il quale dovrebbe essere tra i più veloci e affidabili che ci sono in circolazione.

Nello smartphone ci sarà il chipset HiSilicon Kirin 9000, l’ultimo prodotto da TSMC prima che gli Stati Uniti bloccassero anche la produzione dei chipset sviluppati da Huawei. Parliamo di un chipset con CPU octa core, tre Cortex-A77 a 2,54 GHz e quattro Cortex-A55 a 2,04 GHz. Abbiamo anche la presenza di un quarto core Cortex-A77 a 3,13 GHz, per una combinazione che promette di offrire performance superiori a quelle di Snapdragon 865+.

Troveremo una GPI ARM Mali-G78, affiancata da una Neural Processing Unit e da un modem 5G, il quale dovrebbe funzionare solo sulle reti sub-6GHz, tutto ciò con l’utilizzo di un processo produttivo a 5 nanometri. La RAM sarà di 8 GB, con una variante da 12 GB, mentre la memoria interna da 256 GB, di tipo UFS 3.1, non essere espandibile con una memoria esterna Nanocard.

 

Il comparto fotografico è davvero eccenzionale

Per quanto concerne il comparto fotografico, avremo una tripla fotocamera posteriore, ancora sviluppata collaborando con Leica. Un nuovo sistema che combina un autofocus laser a sensore addizionale per una messa a fuoco molto veloce. Il sensore principale avrà una risoluzione di 50 megapixel con apertura f/1.9 e stabilizzazione ottica dell’immagine. Successivamente, possiamo trovare un sensore ultragrandangolare da 20 megapixel con apertura f.1.8 e un teleobiettivo da 12 megapixel con apertura f/3.4 e fino a 5 ingrandimenti ottici. Nella parte frontale, ci sarà un sensore da 13 megapixel con apertura f/2.4 e in sensore 3D per lo sblocco del volto e il controllo con le gesture.

La batteria da 4.400 mAh, vedrà il supporto ddalla SuperCharge di Huawei a 65 watt, questo tramite una porta USB Type-C. Infine, avremo la connettività Wi-Fi 6, Bluetooth 5.2 e NFC, oltre al supporto a reti fino al 5G.

Non vedremo dimensioni troppo esagerate, nonostante lo schermo sarà ampio. Si parla, infatti, di si parla di 162,9 x 75,5 x 9,1 millimetri, con un peso, davvero consistente, di 212 grammi. Android 10 come SO con interfaccia EMUI 11.

Le colorazioni disponibili in Europa sono limitate, infatti saranno solo grigio e nero. In Cina la musica dovrebbe cambiare. Mancano informazioni concernenti il prezzo di vendita e la disponibilità sia in Cina che negli altri mercati globali.

VIATutto Android