SMS 2.0Usare gli SMS può essere utile nel 2020? Oggigiorno è difficile scegliere tra le popolarità di WhatsApp e la versatilità di app come Telegram e Signal. Molte persone decidono di mantenerle attive tutte insieme scatenando una sorta di panico da notifica difficile da estirpare. Molti amici potrebbero non avere installate alcune delle applicazioni con il rischio di essere costretti ad utilizzare qualcosa che si trova molto lontano dalle necessità di versatilità e sicurezza.

Un’app onnipresente su tutti i telefoni Android è quella dei “Messaggi”, che consente di utilizzare la nuova versione 2.0 degli SMS made by Google. Tale soluzione presenta numerosi vantaggi, il primo dei quali (come visto) è la sua universalità a livello di sistema. Ma c’è molto altro da scoprire insieme alla procedura guidata di attivazione.

 

SMS 2.0: perché batte WhatsApp

L’aggiunta della dicitura 2.0 racchiude in sé tutta una serie di importanti novità implementate da BigG nel rispetto delle nuove necessità di comunicazione pubbliche. Si abbandona l’approccio agli short messages per concedere in uso le chat con tutte le funzionalità previste da questo genere di prodotti. Ciò significa che non ci sarà limite al numero di caratteri da inviare. Allo stesso modo si potrà intervenire negli abbellimenti dei testi con emoji, GIF, sticker ed icone personalizzate. Oltre questo un collegamento diretto al sistema di chiamata e video chiamata si renderà sempre disponibile a chiunque. Sul fronte multimedialità risultano inoltre sbloccate le feature di condivisione per foto, video, note vocali, audio mp3 e documenti. Insomma, c’è proprio tutto e, almeno fin qui, niente di nuovo per gli habitué di Telegram e WhatsApp.

Ciò che rappresenta un vero vantaggio è la possibilità di divincolarsi dalla dipendenza dei server cui si accede mediante connessione WiFi o 4G/5G. Infatti sarà sempre possibile intavolare una discussione con la sola presenza della rete 2G GSM, ormai diffusa al 100% su base planetaria e con molti meno problemi rispetto ad una controparte di nuova generazione. Vediamo come attivare tutto questo.

 

Come attivare le nuove chat Google che hanno già battuto Facebook

La disponibilità del nuovo servizio SMS dipende innanzitutto dal sistema operativo (richiesto almeno Android 10) e dall’operatore telefonico. Non è detto che un telefono di ultima generazione sia abilitato ad inviare e ricevere i nuovi messaggi. Operatori virtuali ed altri gestori poco famosi potrebbero metterci del tempo prima di rendere disponibile lo sblocco delle funzioni.

Nel frattempo si può fare una semplice verifica accedendo all’app Messaggi Android dal proprio telefono. Qui, alla sezione Impostazioni (tre puntini in alto a destra) si accede all’opzione “Funzionalità Chat” che visualizza la disponibilità delle opzioni chat con un flag colorato. Potremmo ottenere come risposta: “Non disponibile”, “In Configurazione” oppure “Disponibile”. Controllate lo stato ed iniziate eventualmente a chattare con tutti i vostri contatti in rubrica.