La piattaforma di contenuti in streaming Netflix qualche tempo fa aveva dichiarato lo stop, dopo la terza stagione di Chiamatemi Anna, anche se la maggior parte dei fan speravano in un ripensamento.

Ora invece la piattaforma ha confermato ufficialmente la chiusura dell’adattamento del romanzo “Anna dai capelli rossi”, con protagonista la giovane attrice Amybeth McNulty. Scopriamo insieme tutti i dettagli.

 

Netflix chiude “Chiamatemi Anna”

In seguito alla dichiarazione di chiusura da parte della piattaforma è stata lanciata anche una petizione su change.org. che ha raccolto già oltre 588mila firme. La storia dell’orfana Anna, “Anne with an E” nella versione originale, appassiona i ragazzi e tratta con delicatezza temi come bullismo, razzismo, maschilismo, diritti umani, amicizia e amore. Ci sono ancora tanti aspetti e tante storie da approfondire chiedono a gran voce i firmatari dell’appello ad andare avanti.

Il suo destino era noto da tempo: lo stop dopo la terza stagione, ma in molti pensavano in un ripensamento. Così non è stato, nonostante il successo di pubblico tra i più giovani e la valanga di appelli e messaggi a favore di una quarta serie. Numeri però che non hanno per ora convinto Netflix, che sembra irremovibile.

Intanto la serie canadese si consola per aver da poco conquistato 5 canadian screen Awards, le statuette assegnate eccezionalmente in streaming causa pandemia. Chissà se ce la faranno i fan a convincere il gigante dello streaming, sicuramente sarà molto dura, anche se il pubblico di affezionati è composto per la maggior parte da adolescenti. Vi ricordo che nel frattempo potete gustarvi tutti i contenuti in arrivo nel mese di giugno 2020.