blank

Privacy è l’argomento più discusso di queste ultime settimane e, a tal proposito, moltissimi consumatori sono spaventati dalla nuova collaborazione di Google e Apple. I due colossi hanno deciso di sfruttare la grandiosa tecnologia degli smartphone per limitare in tutti i Paesi la diffusione del nuovo nemico invisibile, il Coronavirus.

Secondo le dichiarazioni recentemente pubblicate, tutti i lavoratori di Google e Apple hanno deciso di collaborare tra loro per “risolvere uno dei problemi più urgenti al mondo in questo momento”. Dopo numerose ricerche, secondo la loro idea, la tecnologia bluetooth potrebbe essere la scelta migliore per aiutare non solo i governi, ma tutte le agenzie sanitarie.

Google e Apple insieme per combattere il Coronavirus: ecco i dettagli della loro collaborazione

La tecnologia della tracciatura dei contatti è definita preziosa dai funzionari della pubblica sanità e le due società hanno deciso di lavorare proprio su questo aspetto. Google e Apple lanceranno una soluzione apposita che includerà:

  • Interfacce di programmazione delle applicazioni (API)
  • Tecnologia a livello sistema operativo con la quale sarà possibile la tracciatura.

L’emergenza sanitaria richiede questa soluzione nel minor tempo possibile e proprio per questo motivo i due colossi hanno deciso di lanciare la nuova tecnologia in due step. Secondo le indiscrezioni emerse, nel mese di Maggio saranno disponibili delle API con le quali tramite le app delle autorità sanitarie pubbliche sarà possibile lo scambio di informazioni tra dispositivi iOS e Android.
Le due società dovranno, inoltre, collaborare per sviluppare una piattaforma ancora più innovativa e ampia a livello funzionale. Sarà basata sulla tecnologia bluetooth e sarà utilizzata per il tracciamento dei contatti

Questo ultimo aspetto spaventa numerosi utenti. I due colossi, comunque, li tranquillizzano comunicando loro che saranno informati di tutti i passaggi messi in atto e che la privacy degli utenti sarà al sicuro.