pagamento bollette con token blockchain

Con l’implementazione nel prossimo futuro di nuove tecnologie di sicurezza informatica, siamo sicuri che anche la blockchain troverà il suo completo sviluppo e applicazione. Uno dei settori già in attesa di questa nuova frontiera informatica sono i pagamenti digitali di bollette e altre imposte. Utilizzando la blockchain si potranno infatti eliminare intermediari e molti dei livelli di sicurezza imposti nelle transazioni.

Prendendo spunto dalla produzione e vendita di energia, l’attuale sistema prevede diversi attori della filiera che utilizzano le transazioni in modo sequenziale via via fino al consumatore finale. Invece la tecnologia blockchain consentirebbe un contatto diretto tra produttore e consumatore sia nella parte commerciale che nella distribuzione dell’energia.

 

Pagare le bollette di luce e gas con token e blockchain

In Europa ci sono diversi progetti che prevedono l’implementazione nel mercato energetico della blockchain come modello di business e d’infrastruttura. Mercato che vede in fermento già alcune aziende avanti con la sperimentazione come Power Ledger, piattaforma australiana per il trading energetico peer-to-peer.

In Germania invece è molto attiva la società Eniway, che grazie agli smart contract garantiti dall’architettura blockchain permette agli utenti di comprare e rivendere energia in un mercato di piccoli fornitori per mezzo d’impianti per la produzione alternativa alle centrali.

In Italia esiste un progetto ambizioso che si occupa di efficienza energetica in blockchain, al netto di transazioni economiche sicure, che sta attraendo fondi dai Big della tecnologia come Apple. Un’azienda italiana di nome Rocket Energy, invece, offre già un contratto della luce completamente in tecnologia blockchain, con la possibilità di pagare la bolletta per mezzo di token erogati dalla società TCJ, la quale gestisce anche delle criptovalute.