amazon prime day

Amazon ha in programma di ritardare il Prime Day almeno fino ad agosto a causa della pandemia di Coronavirus in corso, secondo le note sulla riunione interna visualizzate da Reuters. Amazon prevede di perdere 100 milioni di dollaria causa dei dispositivi in ​​eccesso che ora potrebbe essere necessario vendere con uno sconto“. Quindi l’eventuale ritardo potrebbe portare una serie di conseguenze per la vendita. Amazon non ha risposto ad una richiesta di commento sul potenziale ritardo.

 

Amazon: il Prime Day potrebbe essere tardato. L’anno scorso è stato un vero successo

Il Prime Day è in genere un enorme fattore di vendita per l’azienda. Amazon ha affermato che il Prime Day 2019 (che si è svolto in due giorni, il 15 luglio e il 16 luglio) è stato “ancora una volta il più grande evento commerciale nella storia di Amazon”, superando le vendite del Black Friday e del Cyber ​​Monday 2018 messe insieme e che la società ha venduto oltre 175 milioni di articoli durante l’evento.

In genere, anche i prodotti di Amazon ottengono un forte aumento delle vendite durante la promozione: la società non ha pubblicato dati di vendita specifici per i dispositivi venduti durante il Prime Day dell’anno scorso, ma ha affermato che è stato il “più grande evento di sempre per i dispositivi Amazon”. La società ha affermato anche che i due giorni del Prime Day dell’anno scorso sono stati i “due giorni più importanti di sempre per le iscrizioni dei membri”.