Il social network Facebook nelle ultime settimane si è impegnato molto alla lotta alla pandemia da nuovo coronavirus. Un esempio è sicuramente l’eliminazione di tutte le pubblicità “dannose” per gli utenti, ovvero quelle che riportavano mascherine per il viso o gel disinfettanti a prezzi esorbitanti.

Secondo le ultime notizie da Menlo Park, il colosso guidato da Mark Zuckerberg avrebbe appena introdotto dei nuovi servizi per le emergenze. Questi servizi sono uno strumento per chiedere ed offrire aiuto alla propria comunità. Scopriamo insieme tutti i dettagli.

 

Facebook inserisce degli strumenti per chiedere aiuto durante questa emergenza

Il colosso ha deciso di mettere in campo un nuovo strumento per rispondere all’emergenza causata dalla pandemia da nuovo coronavirus. Il social network ha infatti appena annunciato l’attivazione del “Community Help“, servizio per le emergenze lanciato nello scorso 2017 e pensato proprio per far fronte a catastrofi naturali come incendi o terremoti.

Lo strumento in questione permetterà ai membri di una comunità di chiedere ed offrire aiuto durante l’epidemia, per esempio portando la spesa a casa o donando cibo/denaro. Lo strumento sarà attivato nei prossimi giorni in cinque paesi, Usa, Regno Unito, Francia, Canada e Australia. Per il momento l’Italia è esclusa, ma nella nota della piattaforma si può leggere che altre nazioni saranno aggiunte nelle prossime settimane.

A questo strumento si accede attraverso il Centro Informazioni sul Covid-19, una sezione informativa dedicata appositamente alla pandemia e presente sulla piattaforma in una trentina di nazioni, Italia compresa questa volta. Non ci resta quindi che attendere ancora qualche settimana per scoprire se lo strumento sbarcherà anche in Italia o meno. Sicuramente vi faremo sapere non appena riceveremo notizie.