iphone-9-economico-coronavirus

Sembrerebbe esserci qualche inconveniente per il futuro dell‘iPhone 9 di Apple, quello che dovrebbe essere il naturale successore dell’iPhone SE, quello economico, relativamente parlando. Il problema riguarda l’epidemia di coronavirus che è scoppiata in Cina. Perché? Semplice, perché molti dei poli produttivi dei partner del colosso statunitense si trovano nelle regioni centrali, quelle dove il numero di contagi è più alto. Nello specifico il problema riguarda le misure preventive prese dal governo cinese per cercare di contenere i danni.

Le autorità stanno facendo di tutto per impedire lo spostamento della popolazione e molte città sono state messe in quarantena. I lavoratori vengono invitati per il momento a non uscire di casa e quindi non andare neanche a lavoro. Si tratterebbe di un periodo festivo quindi in parte si era già preventivata una produzione ridotta, almeno fino a febbraio. Il punto è che non si sa fino a quando queste misure verranno tenute attive.

 

La produzione dell’iPhone 9 e la Cina

Secondo delle fonti citate non di meno che da Bloomberg, l’iPhone 9 sarà influenzato proprio dal coronavirus. La produzione dovrebbe di per sé iniziare a febbraio ovvero dopo il capodanno lunare. Al momento la situazione non sembra essere in procinto di risolversi e anzi, alcuni esperti hanno detto che il peggio, anche solo a livello di numeri di persone contagiate non di morti, deve ancora arrivare.

Nel momento in cui c’è il rischio di espandere un contagio, chiudere una gran numero di lavoratori all’interno di stabilimenti produttivi potrebbe trattarsi di una decisione pessima. Per quanto si possa dire del governo cinese, non voglio sicuramente essere accusati di aver facilitato la trasmissione del coronavirus.