raiUna brutta sorpresa attende tutti gli utenti che si erano lasciati ingolosire dalla possibilità di vedersi scontare interamente due delle tasse più odiate di sempre: canone Rai bollo auto. Ebbene, come avrete già intuito, nel 2020 saranno da versare come gli anni scorsi, non verranno abolite; la notizia era scontata, ma per quale motivo non avreste nemmeno dovuto prendere in considerazione una simile eventualità?

Per capirlo veramente dobbiamo prima conoscere da vicino le imposte in questione, il bollo auto è la tassa di possesso di un mezzo (che sia autoveicolo o motoveicolo poco cambia), viene versata annualmente alla Regione, ha un prezzo variabile in base alla potenza effettiva, ma vi possiamo dire che genera un gettito fiscale di oltre 6 miliardi di euro.

Il canone Rai è meno redditizio per lo Stato, è naturalmente la tassa di possesso di una apparecchiatura televisiva, viene rateizzata in automatico nelle bollette dell’energia elettrica, tutti la devono pagare (a meno che non siano over 75 o dichiarino un reddito inferiore ai 7000 euro circa) ed ha un costo effettivo di circa 100 euro l’anno. Complessivamente per lo Stato il guadagno è di 1,5 miliardi di euro, idealmente utilizzati per finanziare la TV pubblica.

 

Canone Rai e Bollo Auto: ecco quanto guadagna lo Stato

La somma delle due tasse porta un introito di 7,5 miliardi di euro annui a cui attualmente l’Italia non può fare assolutamente a meno; conosciamo tutti la situazione attuale, il debito pubblico ha raggiunto le stelle, il rischio di multe dall’Unione Europea, con il temuto aumento dell’IVA, è davvero vicino. Di conseguenza sarebbe controproducente, per le casse dello Stato almeno, pensare di rinunciare ad un guadagno così elevato.