Xiaomi, Mi Band 4, Mi Band 5,

Il mondo degli activity tracker non è più lo stesso dal lancio del brand Mi Band da parte di Xiaomi. Il produttore infatti ha rivoluzionato il modo di concepire questi device rendendo accessibile e semplice a tutti un dispositivo che prima era costoso e dedicato agli sportivi.

Dopo l’enorme successo di Mi Band 4 che finalmente ha introdotto uno schermo a colori nella serie, ecco arrivare i primi dettagli per la nuova generazione. Stando alle nuove indiscrezioni, sembra che il lancio di Mi Band 5 potrebbe avvenire nella prima metà dell’anno. Il debutto in Cina potrebbe essere previsto a giugno e nelle settimane successive potrebbe arrivare nel resto del mondo.

La produzione è affidata a Huami, azienda controllata dal colosso cinese specializzata nel settore fitness. Rispetto all’attuale modello, Xiaomi sembra intenzionata ad effettuare importanti cambiamenti su Mi Band 5. L’activity tracker infatti potrebbe arrivare con un display da 1.2 pollici, decisamente più grande rispetto a quello da 0.9 pollici di Mi Band 4.

Il pannello sarà sempre un AMOLED a colori con una migliore gestione dei colori e della luminosità. In questo modo, Xiaomi punta a ridurre i fastidi derivanti dall’utilizzo sotto la luce diretta del sole rendendo più facile la lettura.

Altra novità molto interessante sarà l’introduzione dell’NFC in tutte le varianti di Mi Band 5. Si tratta di un cambiamento molto importante dopo che Xiaomi ha scelto di utilizzare il sensore solo nelle varianti cinesi del device.

Nonostante le nuove feature, il prezzo scelto da Xiaomi resterà sempre concorrenziale. Si parla di 179 Yuan in Cina che possono essere convertiti a circa 26 euro. Ovviamente questo prezzo non sarà quello finale in Europa in quanto bisogna considerare le tasse. In generale, il prezzo finale sarà simile a quello di Mi Band 4, quindi circa 35-40 euro a seconda delle oscillazioni.