5G

La nuova tecnologia 5G di Wind Tre, Tim e Vodafone sarà presto disponibile per tutti i consumatori italiani e non porterà solo una connessione super veloce; difatti, la nuova rete porterà innumerevoli cambiamenti a livello tecnologico, medico e industriale.

Questa innovazione porterà alla costruzione di nuovi impianti e i gestori telefonici dovranno nuovamente investire cifre rilevanti per la sua completa introduzione; insomma, delle spese che non saranno per niente irrilevanti.

Tali investimenti ha portato il mercato della telefonia ad un notevole crollo, non per niente irrilevante; come dimostra un recente studio, gli operatori soltanto nel 2018 hanno perso tra il 24% e il 27% dei guadagni rispetto l’anno precedente; difatti, per risanare questo crollo le offerte telefoniche 5G potrebbero avere un prezzo mensile superiore rispetto a quelle attuali che difficilmente superano i 10,00 Euro mensili.

Secondo alcune indiscrezioni, un ulteriore spesa è la connessione mobile 3G e i gestori telefonici potrebbero spegnerla in modo definitivo; eccovi svelati maggiori dettagli a riguardo.

Il 3G potrebbe essere eliminato dal 5G di Wind Tre, Tim e Vodafone: ecco per quale motivo

La connessione mobile di terza generazione è sul mercato da circa venti anni, ma questa connessione potrebbe essere eliminata in modo definitivo; purtroppo si tratta di una spesa in più per i gestori telefonici e con l’entrata del 5G potrebbe prendere il suo posto la rete 4G. In che modo?

La connessione mobile 3G attualmente è utilizzata per ricoprire il 4G quando quest’ultimo non funziona, ma con l’entrata del 5G potrebbe essere il 4G ad essere utilizzato quando il 5G crea disservizi; comunque sia non c’è ancora nessuna conferma per il momento da parte dei principali gestori telefonici.