facebook pay

In attesa di vedere un giorno l’alba di Libra, Mark Zuckerberg punta con sempre maggior insistenza nel settore finanziario con il lancio Facebook Pay, il sistema di pagamento digitale che permette di scambiare denaro su tutte le piattaforme del gruppo di Menlo Park.

Grazie a Pay sarà possibile inviare soldi ai nostri contatti su Facebook, effettuare pagamenti su WhatsApp o pagare per gli acquisti fatti su Instagram. E la concorrenza è avvertita, perché la piattaforma del social più famoso del mondo può contare su una base enorme di utenti. Apple Pay, Google Pay e PayPal riusciranno ad arginare la partenza lanciata di Facebook Pay verso le vette delle aziende Fintech? Solo il futuro ce lo può dire.

 

WhatsApp e Facebook: come funzioneranno i pagamenti in app

Usando Facebook Pay, gli utenti possono scegliere se limitare l’app nelle sue specifiche: si può visualizzare la cronologia dei pagamenti, gestirne i metodi e aggiornare le proprie impostazioni, o parlare con il supporto clienti in tempo reale anche tramite chat live.

Pay sarà disponibile su Messenger e Facebook negli Stati Uniti in questi giorni per essere testata sulla raccolta fondi, acquisti in-game, biglietti per eventi, pagamenti da persona a persona su Messenger e acquisti dal web. La società afferma che WhatsApp e Instagram verranno aggiunti più tardi ma si sa esattamente quando.

Inoltre Pay supporterà la maggior parte delle carte di credito e debito, nonché PayPal, e fonda le sue infrastrutture finanziarie su partnership esistenti separate da altri prodotti dell’azienda. In attesa di Libra, godiamoci questa interessante novità.