Audi ha trovato una soluzione anche per gli amanti  della guida tradizionale. Un sistema di guida autonoma che entra in funzione alle basse velocità per uscire dal traffico. L’auto in questione è l’Audi A8, presentata al salone di Francoforte dal 14 settembre.

Audi A8: livello 3 per la guida autonoma

Appare per la prima volta il sistema di guida autonoma di livello 3, in cui la sicurezza non viene trascurata, in quanto presenti vari sensori e videocamere in grado di raccogliere dati sul conducente.

Durante la guida autonoma vengono osservati e analizzati i movimenti della testa e degli occhi per verificare che sia in grado di riprendere il comando immediatamente, al segnale dell’auto. Se il guidatore tiene gli occhi chiusi per troppo tempo, vengono attivati segnali acustici e luminosi che lo invitano a riprendere la guida.

Audi ha ideato questo sistema per aiutare il conducente in condizioni critiche e molto trafficate. Per questo motivo la sua velocità di funzionamento non va oltre i 60 km/h. Inoltre è necessario trovarsi su autostrade o strade che siano dotate di corsie multiple: l’importante è che ci sia una barriera fisica tra i sensi di marcia opposti.

Il sistema è in grado di frenareaccelerare e sterzare in totale autonomia. Visto che oltre i 60 km/h il sistema non può essere utilizzato, superata la soglia il conducente viene avvertito mediante un segnale. Lo stesso succede se il traffico si dirada. Se il guidatore ignora i segnali dell’auto e non riprende volontariamente i comandi, essa si ferma.

L’aspetto legale è tenere in considerazione. Ogni paese ha le sue leggi in termini di guida autonoma e sperimentazione. In Germania è già stata testata, ma per quanto riguarda la distribuzione estera, essa sarà calibrata in base alle leggi locali.