phishing email fraudolente
Le email fraudolente circolano ancora con una frequenza non indifferente, sfruttano espedienti sempre nuovi e si nascondono dietro il nome di aziende e marchi noti al fine di colpire il maggior numero di utenti. Di recente la Polizia Postale ha infatti segnalato una mail che presentandosi a nome di Aruba mira ad ottenere i dati delle carte di credito e dei conti correnti degli utenti ma questo non è l’unico caso. La stessa Agenzia delle Entrate, appunto, ha più volte informato i vari utenti circa la diffusione di comunicazioni fraudolente che utilizzano in maniera illecita il suo nome allo scopo di trarre in inganno le vittime. Tutti questi tentativi di frode online, pur presentando mittenti e messaggi differenti, arrivano tramite email fraudolente e sono caratterizzati dalla stessa strategia, definita phishing. 

Phishing: come evitare le email fraudolente che intaccano i conti e rubano i dati!

E’ molto importante prestare la giusta attenzione anche durante la lettura delle email, le quali sempre più spesso nascondono dei tentativi di frode online che si pongono l’obiettivo di carpire dati sensibili e denaro. Il primo suggerimento utile al fine di ostacolare l’intento dei malfattori è quello di non fornire mai dati personali o password. I malfattori sono soliti richiedere dati che potrebbero consentire loro di accedere a carte o conti correnti; è fondamentale quindi evitare. Non meno importante è l’invito a non cliccare su file o link presenti nelle email; proprio questi ultimi permettono al criminali di ottenere le informazioni richieste.

Seppur apparentemente banali i consigli appena forniti consentono non solo di ostacolare gli hacker; ma anche di proteggere i dati personali e il denaro presente sulle carte e i conti correnti.