La Polizia Postale ha recentemente segnalato un nuovo tentativo di phishing ai danni di Aruba, informando gli utenti circa la presenza di un vademecum creato appositamente dalla piattaforma presa di mira dai malfattori. Questo consentirebbe agli utenti di riconoscere le email fraudolente e difendersi senza incappare nella perdita di dati personali o denaro.

Ecco come si presenta la mail in questione e come evitare qualunque tentativo di phishing.

Polizia Postale: segnalato un nuovo tentativo di phishing, ecco come evitarlo!

I tentativi di phishing sono ormai noti per la strategia infima e apparentemente banale con la quale mirano ad ingannare gli utenti; nascondendosi dietro il nome di aziende conosciute e diffondendo comunicazioni fittizie. Si tratta appunto di vere e proprie truffe online, che pur mantenendo invariate le tecniche sfruttate per agire si presentano tramite varie comunicazioni. La maggior parte di questi inganni arriva tramite email che presentano elementi tipici facilmente identificabili, e quindi facili anche da affrontare. E’ il caso della mail segnalata dalla Polizia Postale, che presentandosi a nome di Aruba esorta le potenziali vittime a fornire dati riguardanti carte di credito e conti correnti.

E’ fondamentale non cliccare sul link presente nella comunicazione e, soprattutto, non inserire alcun tipo di informazione sensibile in pagine suggerite da terze parti. Nessuna azienda è solita richiedere dati personali né suggerire link o file da utilizzare per procedere con l’inserimento delle informazioni richieste. Al fine di evitare la truffa in questione è possibile, inoltre, prendere visione del vademecum presente sul sito ufficiale della piattaforma colpita.