nuova truffa Agenzia delle Entrate
Una nuova truffa incombe sugli utenti minacciando la sicurezza di dati personali e denaro. Il tentativo di frode in questione arriva via PEC e si nasconde dietro il nome dell’Agenzia delle Entrate sfruttandone illecitamente anche il logo al fine di attribuire maggiore credibilità alla comunicazione ideata. La mail si presenta come un messaggio relativo ad una fattura digitale e presenta al suo interno un link truffaldino. Quest’ultimo spedisce gli utenti su una pagina clone apparentemente simile a quella dell’Agenzia. Le vittime a quel punto sono esortate a fornire informazioni sensibili che consentirebbero di prendere visione del presunto file. In realtà, non appena i dati richiesti saranno inseriti la truffa sarà portata a termine in pochi istanti.

Ecco come identificarla e affrontarla senza andare incontro alla perdita di dati personali o del denaro presente su carte e conti.

Phishing: una nuova truffa arriva a nome dell’Agenzia delle Entrate, come difendersi!

La nuova truffa che sta circolando a nome dell’Agenzia delle Entrate rappresenta uno dei classici tentativi di phishing ideati dai cyber-criminali per ottenere illecitamente dati e denaro delle vittime. Come nella maggior parte delle email phishing, infatti, è presente il tipico link truffaldino che invia gli utenti in pagine fraudolente in grado di estorcere quanto lì inserito.

L’identificazione della richiesta di fornire dati e la presenza dell’URL sono fattori già sufficienti allo scopo di riconoscere l’inganno che si cela dietro tale comunicazione. Inoltre, anche l’Agenzia delle Entrate ha confermato l’infondatezza della mail e il pericolo che vi si nasconde. E’ molto importante, quindi, non affidarsi al messaggio e cestinarlo senza seguire i passaggi indicati dai malfattori.