android-autoA Mountain View è tempo di grossi cambiamenti per Android Auto. Le app si aggiornano di pari passo al nuovo trend degli infotainment ultra connessi ed ultra moderni che equipaggiano le vetture di ultima generazione.

Il mondo dei motori uniforma l’esperienza meccanica a quella digitale dei software convergendo in direzione di un aggiornamento fondamentale per tutti. La versione 4.6 ha molto da dimostrare e si colloca a margine di un processo di ottimizzazione che elimina cavi USB e connessioni fisiche dopo le ultime novità. Sparisce l’app lasciando il posto ad un modo tutto nuovo di gestire il veicolo personale. Ecco che succede.

 

Android Auto: accadono cose belle dopo l’aggiornamento che elimina l’app per sempre

Ormai da giorni non si fa altro che parlare del nuovo aggiornamento Android Auto. Dietro la delusione per la mancata pubblicazione dell’app per smartphone si collocano le previste ottimizzazioni per grafica e funzioni. La piattaforma guadagna la Dark Mode, panacea per chi cerca un’esperienza di utilizzo poco stressante e molto accattivante dal punto di vista grafico. Le funzionalità aggiuntive sono interessanti per i nuovi pulsanti e le opzioni aggiuntive appena inserite nel catalogo delle possibilità. Ad ogni modo la delusione si alimenta dopo la decisione Google di eliminare l’app dal Play Store. Ci si è orientati solo verso l’esperienza automotive senza prevedere “distrazioni da smartphone”.

Leggi anche:  Addio Android Auto: la novità di Google sconcerta gli utenti

Si incentiva la sicurezza nonostante le richieste provenienti dai numerosi feedback utente di queste settimane. La decisione sembra ormai presa e non ci sarebbe nulla da fare. Il condizionale è d’obbligo in quanto i colleghi di 9to5Google hanno ridato speranze agli utenti dopo la pubblicazione di un post in cui si cita un grande ritorno. La nuova alternativa passerebbe per Google Assistant, il quale dovrebbe integrare il richiamo alle funzioni tramite comandi vocali. Al momento non è stato confermato nulla ma il messaggio intercettato nel codice sorgente è di buon auspicio:

“Android Auto è ora disponibile solo per i display delle auto. Sul tuo smartphone prova invece la modalità di guida offerta dall’Assistente di Google. La modalità guida di Google Assistant sostituirà Auto per i telefoni. Provala subito”.