4G-falla

Da Gennaio 2020 arriverà in Italia e nel resto del mondo, il 5G. Ricordiamo che tale rete sarà lo standard del futuro per quanto concerne le telecomunicazioni da mobile, che porterà la navigazione Web su un altro livello con tempi di latenza nulli e velocità mai viste prima d’ora. Fra le tante novità previste, sicuramente lo sviluppo dell’IoT e delle Smart Cities è al primo posto.

Il 5G sarebbe inoltre anche un metodo efficace per contrastare quella che sembra essere una delle falle più pericolose per i dispositivi che hanno una connessione 4G con Tim, Vodafone, Wind 3, Iliad. Infatti un equipe di scienziati ha recentemente scoperto un bug all’interno del sistema di sicurezza della rete che ne consentirebbe l’accesso a tutti i malintenzionati. Vediamo in che modo.

Falla 4G: gli operatori consigliano il passaggio al nuovo standard

La falla in questione potrebbe portare scompiglio fra gli utenti che, preoccupati griderebbero allo scandalo. Noi vogliamo tranquillizzarvi dicendo che non è una fake news, ma non c’è da temere perché per attuare una truffa simile servono hacker molto competenti e con un’attrezzatura dedicata particolare e specifica oltre che costosa. Senza contare che serve un’estrema vicinanza alla vittima per tentare di effettuare la frode di cui si parla.

Infine ricordiamo che la falla di cui si parla ampiamente è stata anche confermata da molte università italiane e mondiali. Sembra che il problema non sia risolvibile, pertanto gli operatori invitano i propri clienti al passaggio alla nuova rete il prima possibile. La rete 4G al momento consentirebbe ad ogni modo agli hacker di accedere alla posizione del GPS, all’ascolto di chiamate private e di lavoro, all’invio di allarmi fake e perfino al furto d’identità.