Truffa Poste ItalianeI clienti di Poste Italiane ricevono una nuova email truffaldina che può rivelarsi dannosa. Il tentativo di frode online in questione si è già presentato svariate volte e anche adesso può essere evitato. E’ importante prestare attenzione poiché il trucco utilizzato dai malfattori potrebbe trarre in inganno anche gli utenti più esperti.

Ecco, quindi, alcuni accorgimenti utili al fine di proteggere il proprio denaro ed evitare la truffa che attacca i clienti di Poste Italiane.

Truffa Poste Italiane: un’email richiede i dati delle carte PostePay e BancoPosta per prelevare i risparmi degli utenti!

L’ultima email arrivata ai clienti di Poste Italiane riguarda la scadenza dei dati che consentono di accedere all’area personale del sito dell’azienda e, quindi, la sospensione delle carte PostePay e BancoPosta. Una comunicazione più volte diffusa dai malfattori e utilizzata per spaventare gli utenti e convincerli a inserire i loro dati sensibili in pagine fraudolente in grado di trafugarli.

Infatti, come è possibile notare la voce in blu “ACCEDI AL SITO DI POSTE” è un link che invia gli utenti ad un sito graficamente identico a quello di Poste Italiane. In realtà si tratta di una pagina clone da ignorare. Inserendo i propri dati personali nel sito fornito dai malfattori si darà loro libero accesso alle carte e quindi la possibilità di prelevare i risparmi. Molte segnalazioni sono arrivate dai clienti Tim, Vodafone, Wind e Tre che si sono visti recapitare il messaggio sia tramite SMS che su Gmail.

Tutto ciò può essere evitato ignorando la comunicazione e non inserendo i dati sensibili richiesti dai cyber-criminali. Il tentativo di phishing se cestinato può rimanere innocuo e, dunque, non creare alcun problema.