Recentemente non si fa altro che parlare di truffe online e di consumatori che sono colpiti continuamente; in particolare, nel mirino degli hacker sono soprattutto le carte prepagate che mette a disposizione la società di Poste Italiane.

Sono numerose le segnalazioni effettuate da consumatori che sono in possesso di una carta Postepay o Postepay Evolution (con codice iban) che hanno visto il loro conto svuotarsi in un attimo; a quanto pare, gli hacker hanno trovato un nuovo metodo per rubare ogni centesimo sul conto corrente.

Truffe online: ecco quali sono quelle più diffuse

Innanzitutto, ogni consumatore dovrebbe scaricarsi un anti-phishing e sul web ci sono diverse soluzioni spesso gratuite; si tratta di un servizio che pulisce la posta elettronica dell’utente, da tutte quell’email sospette che potrebbero contenere una truffa. Il phishing è il principale sistema che l’hacker utilizza per colpire le sue vittime; difatti, trattasi di un metodo dove l’utente riceve alcune email sotto il falso nome di Poste Italiane, che lo informano di un problema legato al suo account e gli vengono suggerite delle indicazioni per risolverlo più velocemente possibile ma in realtà, si tratta di una trappola dell’hacker per impadronirsi dei suoi dati personali.

Leggi anche:  Tentativi di frode: ecco alcuni consigli che permettono di evitarli

Un’altra truffa frequente avviene tramite gli acquisti online: nel web, ci sono innumerevoli siti online ma, sono pochi quelli veramente sicuri; l’acquirente rimane spesso truffato nel momento in cui sceglie come metodo di pagamento “ricarica su postepay del venditore” perché in questo modo il truffatore riceve immediatamente i soldi ma, difficilmente spedisce l’oggetto in questione.