Per chi non fosse informato, al giorno d’oggi i clienti Tim, Vodafone, Wind e 3 Italia hanno la possibilità di registrare le chiamate telefoniche in entrata e in uscita. Come molti pensano, non si tratta di un’azione illegale purché si rispettano determinati parametri.

L’utente che desidera eseguire tale operazione deve mettere al corrente l’altro interlocutore dell’eventuale registrazione. Inoltre, non bisogna divulgare i file audio a persone terze, salvo i diretti interessati. Coloro che non faranno affidamento a queste indicazioni, andranno contro la legge ed inevitabilmente subiranno delle sanzioni pesanti.

 

Come registrare le chiamate?

Con la tecnologia che avanza, oggi i clienti possono affidarsi al proprio smartphone per eseguire una registrazione di una propria chiamata. Basta recarsi sul Google Play Store e scaricare le seguenti applicazioni: CallRecorder e Cube Call Recorder ACR.

Parlando della prima applicazione, CallRecorder, possiamo dire che si tratta di un servizio utile per coloro che vogliono registrare le chiamate in entrata e in uscita tramite un numero Tim, Vodafone, Wind e 3 Italia. Il download è gratuito e può essere effettuato attraverso il seguente link. Prima di utilizzare l’applicazione, i clienti sono costretti ad accettare tutte le autorizzazioni inerenti al servizio.

Leggi anche:  Android: arriva la difesa contro le truffe e le chiamate telefoniche

L’altra applicazione, Cube Call Recorder ACR, consente di registrare le chiamate in entrata e in uscita eseguite con i servizi di messaggistica istantanea più popolari: WhatsApp, Telegram, Messenger, Skype ecc.

Anche questa applicazione è scaricabile gratuitamente ed è facile da utilizzare. Per eseguire il download, i clienti interessati devono recarsi al seguente link.

Per tutte le altre news sulla tecnologia, vi consigliamo di consultare la nostra pagina di TecnoAndroid!