IPTV: i rischi che corrono gli utenti TIM, Vodafone e Wind sono ora altissimi

L’IPTV ha fatto sì che l’intero panorama pay TV fosse stravolto improvvisamente da un fenomeno che mai nessuno avrebbe creduto arrivasse così lontano. C’è da dire però che la pirateria per quanto riguarda la TV a pagamento esiste da sempre, e in questo caso risulta molto più performante rispetto al passato.

Ora come ora sono molti utenti abbonati al servizio che ricordiamo essere illegale, anche se ci sono state delle modifiche proprio ultimamente nelle disposizioni. Infatti capita spesso che gli utenti abbiano paura di cadere in sanzioni con la legge o magari di non avere più il servizio che potrebbe essere oscurato da un momento all’altro. (Per le migliori offerte Amazon con codici sconto, entra nel nostro canale Telegram cliccando qui).

 

IPTV: ora gli utenti non possono fare più nulla, il tribunale di Milano ha deciso di tagliare tutto

Per avere tutto sotto un unico abbonamento, non c’è migliore soluzione che l’IPTV. Chiaramente ognuno potrebbe adottare un sistema del genere, se solo però questo non fosse illegale al 100%. Infatti i flussi video vengono rubati alle aziende che tutti conoscono e poi ritrasmessi, fino a cadere nell’illecito.

Leggi anche:  IPTV, ci sono multe ancor più severe per chi guarda Sky illegalmente

Proprio per questo il tribunale di Milano ha obbligato tutti i principali gestori di telefonia fissa e bloccare l’accesso a No Freeze IPTV, nota piattaforma utilizzata dagli utenti. Questi ultimi inoltre rischiano anche sanzioni molto elevate, con multe che possono arrivare anche a 5 mila euro. Sembra dunque che questo fenomeno sia pronto a fare un passo indietro ma a dire la verità sarà solo il tempo.