Facebook potrebbe in futuro creare un proprio assistente digitale da lanciare su un mercato che sembra essere ormai dominato dall’Amazon Alexa e dal Google Assistant. E’ quanto dichiarato da Yann LeCun, capo dell’Intelligenza Artificiale di Facebook nel corso di un’intervista rilasciata al Financial Times.

Facebook: non solo un assistente digitale, Menlo Park pensa anche alle reti neurali e chip su misura

Lo sviluppo dell’assistente digitale rientrerebbe in realtà in un progetto assai più ampio. Menlo Park sta infatti lavorando anche alle reti neurali, ovvero costituite da neuroni artificiali che elaborano le informazioni sul modello umano, e allo sviluppo degli Asic, ovvero dei chip su misura per l’intelligenza artificiale, pensanti per uno soddisfare uno scopo ben preciso. Nel fare ciò, Facebook si è affidata alla collaborazione con diversi produttori di chip ma non ha escluso la possibilità di proseguire il progetto in proprio se queste soluzioni non dovessero soddisfarla.

Leggi anche:  Novità Facebook: arriva la classificazione dei commenti

I nuovi chip sarebbero fondamentali per garantire una più efficace moderazione dei contenuti condivisi sul social network. Questo perché il chip di cui verrebbe munita l’Intelligenza Artificiale di Facebook – e dunque, un sistema che già di per sé possiede una capacità di elaborazione dei dati superiore a quella degli essere umani – è dotato di tempi di latenza bassissimi che consentono di intervenire molto più velocemente sulla rimozione di contenuti sensibili e nocivi.

Insomma, tra assistente digitale e moderazione dei contenuti, sono davvero molte le novità sulle quali Facebook starebbe lavorando in questo periodo. Ricordiamo, infatti, che Menlo Park starebbe anche progettando una propria moneta virtuale che potrà essere utilizzata per scambiare denaro con i propri contatti su WhatsApp, Instagram e Messenger e per lo shopping online. Clicca qui per leggere l’articolo specifico!