IPTV e multe: Le Iene avvisano gli utenti TIM, Vodafone e Wind, ora sono nei guai

Da quando sono arrivati gli abbonamenti IPTV, gli utenti tendono a valutarli molto di più rispetto agli abbonamenti regolari. “Regolari”, esatto, dato che questo sistema è totalmente illegale e sta portando via, oltre che tanti utenti, anche diversi milioni di euro alle grandi aziende.

Sky ad esempio ha intrapreso più volte una dura battaglia contro l’IPTV e sembra che solo ora sia riuscita a cavare fuori un ragno dal buco. Inoltre Le Iene tempo addietro avevano prodotto un servizio davvero ottimo, il quale aveva portato i telespettatori nel mondo della pirateria. Tutte le informazioni sono venute a galla: come avere un abbonamento, quanto costasse e soprattutto i rischi per gli utenti stessi. (per offerte Amazon e codici sconto, clicca qui per iscriverti al nostro Canale Telegram Ufficiale)

 

IPTV: ecco il nuovo scenario che si apre dopo la sentenza in tribunale e le multe per gli utenti

Avendo avuto un impatto straordinario sugli utenti, l’IPTV ha continuato a gonfie vele fino ad arrivare ad essere una delle soluzioni più prese in considerazione. In questo momento tutti sanno che bisogna stare attenti dato che, come dissero Le Iene, ci sono multe molto salate.

Leggi anche:  IPTV, multe e blocco definitivo: gli utenti TIM, Vodafone e Wind nei guai

Si parte da 2.000 fino ad arrivare a 25.000 euro per i trasgressori, ma adesso tocca ai gestori telefonici darci un taglio. Infatti il tribunale di Milano si è espresso con una sentenza che obbliga TIM, Fastweb, Wind, Vodafone e Tiscali a bloccare l’accesso al noto sito No Freeze IPTV. Questo sarà certamente un duro colpo per tutte le organizzazioni anche se ci vorrà ben altro per fermare la giostra. Nel caso in cui non aveste letto, alla fine del paragrafo precedente trovate il link per il nostro canale Telegram sul quale ci sono tutte le migliori offerte con i top decoder Android inclusi.