google-tracking-incognito

Molti siti web ricavano i loro guadagni dal tracciamento e dalla pubblicità sugli utenti. La modalità di navigazione in incognito di Google Chrome può aiutare a dare agli utenti un senso di privacy. Purtroppo, Chrome ha da tempo un difetto. Esso può essere sfruttato dagli sviluppatori web per rilevare se stai utilizzando la modalità di navigazione in incognito. Secondo una serie di nuove modifiche al codice, Google sta finalmente cercando di risolvere questo problema.

Sfortunatamente, ciò non era un segreto tra gli sviluppatori web. Esiste infatti un trucco molto semplice per determinare se un utente utilizza la modalità di navigazione in incognito. Una semplice ricerca di “modalità di rilevamento della modalità di navigazione in incognito” restituisce risultati da Stack Overflow.

Google vuole rimuovere l’API FileSystem

La risposta attualmente accettata è semplicemente il tentativo di utilizzare l’API “FileSystem”. Quest’ultima è generalmente utilizzata dalle applicazioni per archiviare i file. In modalità di navigazione in incognito, questa API è completamente disabilitata. Alcuni siti Web utilizzano questo trucco per bloccare completamente gli utenti in incognito rilevati poiché non possono essere monitorati.

Leggi anche:  YouTube si aggiorna, in arrivo una fantastica novità sull'app

Ovviamente, essere in grado di rilevare facilmente se un utente di Chrome è attualmente in incognito non era intenzione di Google. Una serie di recenti commit per gestione del codice rivela che Google sta finalmente cercando di risolvere questo problema.

In sostanza, quando viene richiesto un file system in modalità di navigazione in incognito, Chrome ne crea uno virtuale utilizzando la RAM. Ciò assicura che il file venga eliminato una volta lasciato la modalità in incognito. Esso dovrebbe facilmente rimuovere tutti i metodi attuali per rilevare se Chrome è in incognito.