lg smartphone pieghevole-render

Molti produttori stanno spingendo fortemente sulla tecnologia degli smartphone pieghevoli, dopo che se ne è parlato per tutto il 2018. Quest’anno il Mobile World Congress 2019 potrebbe davvero riservarci delle sorprese, poiché sono molti i produttori coinvolti in questi progetti rivoluzionari.

C’è tanto entusiasmo nel pubblico per capire come si comporterà il nuovo smartphone. Noi intanto vogliamo proporvi una lista dei produttori che sono pronti a presentarne una loro versione a Barcellona o subito dopo.

Gli smartphone pieghevoli di Samsung

La notizia che Samsung stesse progettando un device pieghevole circola ormai da anni, ma sembra che l’evento Galaxy Unpacked del 20 febbraio sarà la volta decisiva. I risultati del duro lavoro saranno concentrati nel nuovo Galaxy S10, e ci si aspetta che il telefono abbia due schermi da 4,6” che si estendono fino ai 7,3” quando è aperto. Le fotocamere saranno le stesse del S10, così come ci sarà il SoC Snapdragon 855 e una doppia batteria. Non ci aspettiamo che sia economico, ma la curiosità è tanta.

Huawei

Sebbene Samsung sarà probabilmente il primo produttore a presentare uno smartphone pieghevole e compatibile con il 5G, Huawei dovrebbe presto seguire a ruota. Sono infatti molti i teaser diffusi dall’azienda per il suo device foldable per il MWC 2019 e una conferenza stampa è stata fissata per il 24 febbraio. Similmente a Samsung, Huawei ha rivelato che il suo nuovo smartphone avrà la rete 5G, ma non ne sappiamo altro.

LG

Quando si parla di display non possiamo non citare LG, poiché insieme a Samsung è l’azienda che per prima ha investito in progetti di smartphone pieghevoli rilasciando due device con schermi flessibili in passato: il G Flex e G Flex 2. I rumor vogliono che LG possa sfruttare il MWC 2019 per il lancio, ma l’azienda non ha mai commentato ufficialmente l’uscita del prodotto. Tuttavia non c’è alcun dubbio che LG sia in grado di costruirne uno, o che possa porsi come fornitore della tecnologia pieghevole per altri produttori.

Xiaomi

Xiaomi non ha mai svelato le sue reali intenzioni sull’argomento, ma recentemente ha fatto circolare dei rendering di smartphone pieghevoli che forse vedranno la luce. ll telefono non ha né un nome né alcune specifiche allegate, ma sappiamo da un video divulgato dal CEO di Xiaomi Lei Jun che il suo design sarà differente rispetto a tutti gli altri device che debutteranno presto. Tuttavia non c’è alcuna prova che Xiaomi possa produrre uno smartphone pieghevole nel prossimo futuro.

Leggi anche:  Samsung pensa al futuro, registrati tantissimi nomi per i Galaxy A

Oppo

Oppo sta facendo molti sforzi per far conoscere il proprio brand a livello mondiale grazie ai suoi smartphone di livello, e sembra che al MWC 2019 possa presentarne uno con tecnologia pieghevole. Questa informazione proviene dalla stessa azienda, pertanto ci fa sperare che la sua uscita sia confermata. A ogni modo, è tutto da vedere se il device sarà presentato e subito commercializzato sul mercato.

Motorola

I rumor su questo storico produttore sono i più succosi sull’argomento, poiché Motorola potrebbe riesumare il classico nome Razr per presentare il suo concetto di device pieghevole. La conferma arriva da alcuni membri del board di Motorola, e sembra che il device possa sviluppare uno schermo da 7” quando dispiegato, un paio di fotocamere e addirittura un triplo frame anziché due parti. Fine dei rumor.

Google

Anche Google rientra nel campo di quei produttori che segretamente stanno lavorando a molti progetti, tra cui lo smartphone pieghevole, ma non danno alcuna prova che possano svilupparlo a breve. Google sembra stia lavorando a una versione di Android per questo tipo di device, e non sarebbe strano vedere un suo Pixel pieghevole. Tuttavia, stiamo ancora aspettando un suo smart watch, quindi abbiamo solo delle ipotesi.

ZTE, Energizer, Microsoft e Intel

  • ZTE è stato il primo ad aver realmente rilasciato sul mercato uno smartphone pieghevole, Axon M nel 2017: non era per nulla un buon telefono, ma è l’unico attualmente acquistabile. ZTE dovrebbe provarci di nuovo, maturando l’esperienza negativa di Axon M.
  • Meglio conosciuta come produttrice di batterie, Energizer ha confermato che presenterà un device pieghevole e altri 25 prodotti al Mobile World Congress 2019. Ma non si sa null’altro.
  • Microsoft starebbe lavorando a un dispositivo ibrido a metà tra uno smartphone, un tablet o un laptop, conosciuto con il nome in codice Andromeda, che dovrebbe avere uno chassis pieghevole. A questo progetto partecipa anche Intel e sembra che alcuni rendering siano pronti.