WhatsApp: il 2019 porta il ritorno a pagamento, gli utenti sono furiosi

WhatsApp è utilizzata quotidianamente da miliardi di persone. Molti di noi non se ne accorgono, ma la chat di messaggistica può avere un peso rilevante sulla memoria di ogni smartphone. Se si aggiorna con frequenza il software, la chat può arrivare ad occupare ingenti sezioni del disco. In media il peso di WhatsApp su ogni device oscilla tra i 150 ed i 250 MB.

C’è da ricordare una cosa: essendo nel 2019, gli obsoleti device con 16 GB sono diventati oramai rari. Il peso WhatsApp non dovrebbe essere quindi un problema, ma spesso non è così. Anche nei dispositivi con 32 o 64 GB, la chat tra foto, video e altri documenti occupa ogni MB della memoria.

 

WhatsApp, tre metodi per usare la chat senza gravare sulla memoria

Esistono almeno tre trucchi per risparmiare spazio in memoria. In primis, c’è la disattivazione dei download automatici per i documenti multimediali. Alla ricezione di immagini e filmati, i file non saranno memorizzati di default sul cellulare.

Anche l’archiviazione delle chat “più ingombranti” è una soluzione. E’ possibile su WhatsApp cestinare una conversazione o sezioni di questa senza perderne i messaggi. Effettuare un backup dell’app può aiutare.

L’ultima – e forse più drastica via – è il ripristino dell’app. Per liberare memoria si può sempre disinstallare WhatsApp dal dispositivo per poi effettuare un nuovo download dell’app. Anche qui con un backup preventivo è possibile ripristinare il software nelle condizioni iniziali con una grande differenza. Saranno cestinati tutti i file temporanei inutili e pesanti.