Continua la sfida tra TIM, Vodafone, Wind e Tre per accaparrarsi il maggior numero di utenti della telefonia mobile. In questi giorni sono tante le offerte convenienti che vengono proposte a prezzi economici e con soglie abbondanti.

Ma non tutti i clienti sanno che dietro ad ogni offerta telefonica si nascondono dei servizi aggiuntivi, i quali vengono tralasciati dai vari operatori telefonici per evitare eventuali ripensamenti. Tali servizi provocano un aumento mensile del rinnovo dell’offerta, e al momento del pagamento molti clienti si trovano spaesati.

Segreteria telefonica e piano base: i due costi aggiuntivi

TIM, Vodafone, Wind e Tre, hanno come obiettivo di conquistare i nuovi clienti e quando questi ultimi devono eseguire l’attivazione di una nuova offerta, non vengono informati di tutte le caratteristiche inerenti all’iniziativa. Per questo motivo, sono tanti gli utenti che si ritrovano un costo mensile superiore rispetto al prezzo concordato durante l’attivazione. Non solo, così facendo i clienti si ritroveranno il proprio credito telefonico completamente svuotato.

Leggi anche:  TIM: tutte le migliori promo fino a 50GB a partire da 6 euro al mese

Un servizio che fa incrementare il costo mensile dell’offerta è sicuramente la segreteria telefonica. Ogni volta che utilizziamo questo servizio si applica un addebito di qualche centesimo. Se contattiamo un utente che ha attivo questo servizio paghiamo lo scatto alla risposta che all’incirca è di 0,22€. I messaggi che ci lasciano in segreteria ha un costo che può arrivare fino ad 1,50€/giorno.

Un altro servizio aggiuntivo che viene riscontrato da molti clienti è il cosidetto ‘Piano Base’ o ‘Piano Tariffario’. Si tratta di un servizio extra soglia per effettuare chiamate, sms e navigazione su internet.

Per evitare di avere il proprio credito telefonico svuotato, il nostro consiglio è quello di contattare l’operatore del servizio clienti. Dopo qualche minuto, tali servizi saranno disattivati.