WiFI Gratis hotspot ItaliaWiFI Gratis contro Iliad, TIM, Vodafone, Wind Tre e rispettivi MVNO. Non è qualcosa ceh gli operatori possono affrontare ma ormai è tutto ufficiale. La firma bilaterale del Direttore Generale per i Servizi di Comunicazione Elettronica, di Radiodiffusione e Postali e dell’Amministratore Delegato di Infratel Italia non lascia spazio a compromessi. Dal 2019 si potrà navigare gratis in tutta Italia.

 

WiFi a costo zero per gli italiani: Iliad, TIM, Wind e Vodafone si fanno da parte

WiFi Free for Italy segna un passo in avanti nella realizzazione di una rete libera e gratuita nel nostro Paese. Da Nord a Sud si prevederanno successivi adeguamenti per l’installazione di hotspot pubblici in località strategiche.

Si parte dalle zone colpite dal terremoto dello scorso agosto 2016 in riferimento alle località di: Accumoli, Amatrice, Antrodoco, Borbona, Borgo Velino, Castel Sant’Angelo, Cantalice, Cittaducale, Cittareale, Leonessa, Micigliano, Poggio Bustone, Posta, Rivodutri, Rieti. Nelle intenzioni degli ideatori del progetto c’è poi la necessità di coprire quelle zone meno popolose in cui risiedono meno di 2.000 abitanti.

Leggi anche:  WiFi Gratis: inizia la sfida al 4G di Vodafone, Tim, Wind, Iliad e Tre

Il piano garantirà una manovra il cui obiettivo è quello di offrire il WiFi Gratis in tutta l’Italia. Si tratterà di un processo graduale il cui scopo è quello di incentivare la crescita turistica, storica e culturale.

Si offre una nuova applicazione mobile attraverso cui ottenere l’accesso incondizionato alla rete e tutte le informazioni sulle aree limitrofe di maggiore interesse. Queste installazioni si andranno a sommare a quelle già presente nelle aree pubbliche e negli Autogrill in autostrada.

Al momento è possibile beneficiare di punti di accesso Free WiFi nella zone del Centro Nord ed a scorrere verso Roma attraverso l’arco Appenninico Toscano. Ottime notizie visto che a quanto pare il 5G sta incontrando parecchi ostacoli e potrebbe non arrivare mai.

Maggiori dettagli sono disponibili alla pagina dedicata. A seguire, invece, il video di presentazione.