Vodafone

Copertura è sinonimo di costoso? Molte volte si pensa che per avere un ottimo segnale si debba pagare per forza tanto ma ciò non è estremamente vero. Prima di attivare ogni tipo di abbonamento, però, dovrebbe essere buon uso consultare il grado di copertura dell’operatore che si vuole scegliere. E’ ovvio: non tutti gli operatori nazionali  riescono a garantire un segnale eccezionale in tutti i territori del nostro paese.

Come andare sempre sul sicuro? Ecco la risposta

Per andare sul sicuro e quindi non perdere troppo tempo a consultare mappe su mappe relative al grado di segnale, si dovrebbero scegliere gli operatori primi in tutte le classifiche. In questo caso, per il nostro paese, sono TIM e Vodafone. Date la classifiche riportate da OpenSignal e nPerf, questi due operatori nazionali sono i migliori sotto vari aspetti. Passando alle cifre si può affermare che TIM copre il 97% del territorio italiano, in particolare circa 7760 comuni. Vodafone assicura lo stesso grado di copertura sul territorio italiano con 7000 comuni circa.

Leggi anche:  Rete 4G poco sicura: conversazioni, sms ed email in mano agli hacker

Tutte e due le società sono sempre impegnate nelle nuove tecnologie: infatti sono state anche le prime a garantire la fibra ottica fino a casa (FTTH) fino ai mille mega. Con il 5G il piccolo podio appena annunciato potrebbe subire delle interessanti modifiche, ma per quanto concerne il 4G tali sono le verità.

Ricordate: prima di attivare l’offerta di un operatore, controllate sempre il suo grado di copertura a casa vostra! Non ha senso definirla low cost se poi si è obbligati a pagare operazioni di portabilità poichè scontenti!