Google hangouts

Nelle scorse ore si è diffusa la notizia che Google avrebbe intenzione di chiudere definitamente il servizio di messaggistica Hangouts. I rumor si susseguivano e complice anche i pochi aggiornamenti che l’app ha ricevuto negli ultimi tempi, il tutto era abbastanza plausibile.

Tuttavia è bastato un tweet per rimescolare le carte e cambiare quanto è stato affermato fino ad ora. Infatti Scott Johnston, tramite il proprio profilo, ha smentito i pettegolezzi sulla chiusura di Hangout. A parlare è stato proprio il direttore della G Suite dedicata alle comunicazioni in tempo reale, in particolare Hangouts Meet & Chat e Google Voice.

Scott Johnston ha confermato che non c’è ancora una decisione ufficiale per la chiusura di Hangouts. Il servizio potrebbe sopravvivere come effettivamente essere abbandonato. Tuttavia è in programma si evolverà e tutti gli utenti potranno migrare su Hangouts Chat e Hangouts Meet. Questo significa che le conversazioni e la cronologia sarà salvata e potrà essere recuperata sulla nuova app. In questo modo si avrà continuità e gli utenti non perderanno alcun dato personale.

Leggi anche:  LG G7 ThinQ, inizia il roll-out della beta di Android 9 Pie

Il dubbio iniziale era relativo alla percezione di queste app, più orientate al settore business. Questa notizia sembra confermare che Google abbia intenzione di renderle utilizzabili anche dai consumatori. I piani di Mountain View lasciano intendere che si vogliono coprire più esigenze dei consumatori grazie al lancio di ben dodici nuove app nel corso dei prossimi mesi.

Non resta che attendere ulteriori sviluppi e vedere come Google includere Hangout nelle nuove app o semplicemente il servizio subirà un massiccio restyling estetico e funzionale.