La tecnologia di oggi, ha sviluppato, giorno dopo giorno, tante funzioni che ha permesso all’uomo di facilitargli gran parte delle giornate. E’ diventato facile spostarsi, grazie alle applicazioni che ci permettono, di trovare un indirizzo e ci indicano la via più breve per arrivarci; inoltre, è possibile, valutare quale strada prendere per non trovare traffico, grazie ad applicazioni che ci avvisano della situazione del traffico, in tempo reale.

Comunicare è tutto un’altra cosa: negli anni Novanta, non esistevano applicazioni che ci permettevano di “chattare” con una o più persona a distanza; anzi, l’unico modo per comunicare, era tramite posta elettronica o via Fax, ma entrambi, non erano molto utilizzati. Solo agli inizi degli anni Novanta, per la precisione nel 1992, venne inviato il primo SMS, un gesto che, se ci pensiamo bene, adesso facciamo continuamente.

Whatsapp, Telegram e Messenger

Ultimamente, sono usati, da gran parte dei consumatori, delle applicazioni di messaggistica istantanea che danno la possibilità di comunicare con una o più persone; di queste applicazioni, ne esistono a centinaia, ma le più utilizzate in Italia sono: Whatsapp, Telegram e Messenger.

Leggi anche:  WhatsApp: esiste un trucco nascosto per avere 2 account sullo stesso smartphone

Il ritorno degli SMS

Nonostante l’esistenza di tutte queste applicazioni gratuite, che funzionano tramite collegamento ad una rete, varie notizie, ci informano che gli SMS, continuano ad essere la comunicazione preferita.

Lo studio condotto da Commify, riportato da Forbes, informa che circa due terzi di Europei, che fanno parte del gruppo business, nel 2019, utilizzerà gli SMS per una comunicazione commerciale.

Il motivo di questa decisione, è abbastanza semplice: Whatsapp, Telegram, Messenger o qualsiasi applicazione da scaricare, per funzionare, devono essere collegatE ad una connessione Internet; mentre, il punto a favore degli SMS, è di essere un applicazione, che funziona con o senza essere collegata ad una rete Internet.

Geoff Love, amministratore delegato di Commify, è fortemente convinto che le applicazioni come Whatsapp, Telegram o Messenger, siano applicazioni adeguate per famiglie e amici. Facebook stessa, sta puntando sugli SMS, proprio perché è chiaro a tutti, che i messaggi commerciali daranno una fonte di guadagno molto alta.