Recentemente, è stato sviluppato, uno studio sui cellulari dal più alto valore di SAR, ovvero, l’insieme di frequenze che la scienza non ha ancora definito, con precisione, l’impatto sull’uomo; Statista ha pubblicato una classifica aggiornata.
Tanti anni fa, era un argomento del giorno perché, effettivamente, i valori SAR erano più alti degli attuali. Ci riferiamo, a quanto, il nostro corpo riesce ad assorbire energia elettromagnetica, proveniente da tutti i dispositivi Hi Tech (high – technology).
Dobbiamo pur dire, che l’innovazione, ha permesso di ridurre questi indici, ma a livello globale, i valori assunti, possono causare fastidio al nostro fisico.

LO STUDIO DI STATISTA

Secondo lo studio pubblicato da Statista, il cellulare che presenta maggiori frequenze è lo Xiaomi Mi A1 stabilito da 1,75; a seguire troviamo One plus 5T con 1,68 e infine Huawei mate 9 con 1,64.

Leggi anche:  Huawei Mate 20 Pro fallisce al test di piegatura di JerryRigEverything

Questi smartphone descritti, sono modelli vecchi, e ovviamente, i modelli usciti sul mercato di recente contengano SAR minori. I cellulari con minore frequenza sono: Galaxy Note8 e  ZTE Axon Elite con 0,17; l’LG G7 fermo a 0,24.

Samsung si posta alla posizione 5 con Galaxy S8+ e alla posizione 6 con Galaxy S7 Edge.
Anche il nuovo smartphone di Google, entrato da poco sul mercato, si trova in una buona posizione con 0,25 di SAR e stiamo parlando del Pixel XL.

Questi dati, relativi allo studio di Statista, sono basati su ciò che le aziende hanno affermato, nel momento di rilascio degli smartphone. Vogliamo precisare, che questi numeri, non devono intimorirvi; infatti, l’FDA americana, considera il totale di SAR negli smartphone sicura.