HTC smartphone

Con le sue vendite della divisione degli smartphone in continuo declino, HTC è a serio rischio fallimento. Le casse dell’azienda hanno raggiunto un nuovo minimo nel mese di ottobre ma nonostante questo, sembra che la dirigenza del produttore asiatico abbia un nuovo dispositivo in cantiere.

Avvistato su un nuovo elenco della Bluetooth SIG, che si occupa di certificare gli smartphone dotati di connettività Bluetooth, lo smartphone in questione viene identificato come HTC 2Q72XXX. Non si sa molto su di lui a parte il fatto che supporta la tecnologia Bluetooth 4.2 e che tutte le funzioni saranno gestite dallo Snapdragon 435.

 

HTC tenta il tutto per tutto: a lavoro su uno smartphone di fascia bassa

Il System On Chip di Qualcomm comprende un processore Octa Core ARM Cortex A53 da 1.4 Ghz con GPU Adreno 505 e modem LTE Snapdragon X9. Una componentistica destinata alla fascia bassa del mercato degli smartphone, il che significa che questo prossimo HTC possa appartenere alla serie Desire di HTC.

Leggi anche:  HTC U12+, disponibile l'aggiornamento versione 1.30.401.2: miglioramenti e patch

Nel 2011 HTC presentava oltre 30 smartphone all’anno, ma con il peggioramento della sua situazione finanziaria nel tempo, l’azienda ha ridotto significativamente questo numero nella speranza di tagliare i costi. In effetti, fino a quest’anno, il marchio ha presentato solo sei smartphone, tra cui il più recente e interessante Exodus 1.

E poiché lo stesso produttore non ha confermato piani per altri smartphone quest’anno, c’è la possibilità che questo modello possa arrivare nei primi mesi del 2019 anche se a buttarci fuori strada è proprio la certificazione Bluetooth SIG, un documento che solitamente viene pubblicato abbastanza vicino al rilascio ufficiale dello smartphone.

Ora ci chiediamo però qual è il senso, per HTC e la sua situazione finanziaria, di presentare uno smartphone di fascia bassa. Il mercato degli smartphone, proprio in quella fascia, è il più agguerrito con tantissime alternative più o meno valide a prezzi stracciati. Non sarebbe stato meglio offrire qualcosa di performante e premium al prezzo minore possibile?