5G costi

La connessione 5G è in arrivo nel 2019 e rivoluzionerà il quotidiano di tutta la popolazione italiana sotto diversi aspetti. Navigheremo a una velocità di connessione mai sperimentata prima, e potremo beneficiare di un ecosistema basato sull’IoT in grado di rendere realtà il futuro come lo abbiamo sempre immaginato nelle opere d’ingegno.

Vi abbiamo messo un po’ di sano desiderio di avere subito il 5G? Se ancora non ne sapete molto, la nuova connessione permetterà di installare antenne con un minor impatto ambientale sul territorio così da ridurre l’inquinamento e risparmiando energia. Inoltre, la differente suddivisione delle celle di connessione permetterà a più utenti di collegarsi in un singolo luogo.

La velocità teorica del 5G aumenterà fino a 20 Gbps in download e 10 Gbps in upload (in pratica sarà poi da suddividere per il numero di clienti effettivamente connesso in una singola cella).

 

Leggi anche:  5G: la connessione non converrà agli utenti, i costi degli operatori saranno troppo alti

5G: uno standard rivoluzionario che costerà molto

Il potenziale maggiore offerto dalla connessione 5G è la garanzia che in qualunque luogo vi troviate siate sempre coperti dalla rete, grazie allo sviluppo della tecnologia su un quantitativo di frequenze differenti tra loro.

Il problema vero di questa nuova connessione di rete risiede nei costi, di cui si parla poco o nulla e su cui Tim, Wind 3, Iliad e Vodafone tacciono. Nell’unico paese europeo in cui il 5G viene commercializzato, ovvero la Finlandia, le tariffe superano i 45 euro al mese! Una cifra impensabile per i nostri standard.

Le prime applicazioni della rete del futuro si vocifera siano appannaggio di TIM e saranno disponibili alla fine della prima metà del 2019, in concomitanza con i primi smartphone compatibili che usciranno nello stesso periodo.